Diario 2019

01/01/2019 – Omaggio Floreale alla Madonna dorata, Cattedrale di Reggio Emilia

Come ogni anno i pompieri portano una corona di fiori alla Madonna dorata sopra alla piazza principale del centro storico reggiano, unione campanari reggiani accompagna la cerimonia.

07/01/2019 – festa del tricolore reggiano, torre del bordello.

L’inizio della celebrazione per il tricolore è aperto da Unione Campanari Reggiani dalla torre della comunità civile reggiana. Il suono a distesa dalla cella è pubblicato in diretta su Telereggio.

20/01/2019 – festa di Sant’Antonio, parrocchia di Villa Bagno.

Dalla torre scuola, una delle celebrazioni più sentite dalla comunità di campagna: Sant’Antonio protettore degli animali.

10/02/19 – San Martino Piccolo, Correggio.

Paese in festa per la conclusione della visita pastorale: un’ottima occasione per Unione Campanari Reggiani di riscoprire un campanile ancora “come una volta”.

11/02/19 – Montericco di Albinea. Sagra della Vergine di Lourdes, servizio regolare portato avanti dai giovanissimi della associazione! Bravi ragazzi, continuate così!

12/02/19 – Basilica della Ghiara, elezione del consiglio direttivo per il mandato quadriennale. Dopo un bilancio del quadriennio e il saluto del direttivo uscente, si prosegue alle elezioni. Viene riconfermata la presidenza di Talami Matteo, che resterà in carica fino al 2023 assieme ai consiglieri: Bartoli, Meglioli, Torelli e Rossi. In bocca al lupo a questo nuovo gruppo!

24/02/2019 – Parrocchia di Bagno, visita pastorale. Servizio straordinario svolto dai campanari del luogo per la conclusione della visita pastorale.

27/02/2019 – Soprintendenza Archeologica delle belle arti per le province di Reggio Modena Bologna e Ferrara, accordo per la tutela del patrimonio campanario. Viene siglato un accordo triennale fra le associazioni campanarie e la soprintendenza locale: la realtà campanaria è un bene immateriale che deve essere protetto e tutelato!

17/03/2019 – Correggio in fiore, torre aperta su San Quirino.

La torre di San Quirino ospita i cittadini in torre, ancora una volta alla scoperta di come nascevano e nascono i suoi che avvolgono la città durante i momenti di festa.